Terreni Creativi

Terreni Creativi

Aprirà il mese di agosto la nuova edizione di “Terreni Creativi Festival“: lo farà dal 1° al 7 agosto nelle aziende agricole dell’entroterra ingauno con un programma di spettacoli di teatro, danza e musica, oltre laboratori e presentazione di libri con personali dedicate ad alcuni dei più interessanti artisti della scena contemporanea.

Il festival “Terreni Creativi”, ideato da Kronoteatro e realizzato in collaborazione con il Comune di Albenga, con il sostegno del Ministero della Cultura, della Regione Liguria, della Fondazione De Mari – Cassa di Risparmio di Savona, delle aziende agricole BioVio, RB Plant, Terraalta, L’Ortofrutticola, Dell’Erba e di Coldiretti, Coop Liguria, Confagricoltura, oltre che della Fondazione Gian Maria Oddi e dell’Associazione Europea dei Festival, è arrivato alla tredicesima edizione.
 

Scarica il programma completo versione PDF

Il programma

A inaugurare l’edizione numero tredici di “Terreni Creativi” sarà, martedì 2 agosto, presso l’Azienda Agricola Dell’Erba, alle ore 20,30, dopo la presentazione (ore 18,30) di Lingua di cane, libro di Giuseppe Cutino e Sabrina Petyx, andrà in scena Soda caustica o del punto di vista. Un One Woman Show, scritto da Sabrina Petyx e interpretato da Stefania Blandeburgo. La giornata del festival di mercoledì 3 agosto prenderà il via, alle ore 17 al Centro Giovani in Piazza Corridoni con Medea per strada, primo spettacolo della personale dedicata al Teatro dei Borgia.

Il programma proseguirà con Vocazione all’asimmetria, il primo degli spettacoli che compongono la personale di Francesca Foscarini all’Ortofrutticola, ore 19,15. Francesca Foscarini e Andrea Martini accompagnano lo spettatore in una visione attiva e partecipata di una continua trasformazione d’identità e di ruoli che si manifesta in quel tempo dell’accadere che è il presente. A seguire, alle ore 20 lo spettacolo L’ammazzatore, scritto e interpretato da Rosario Palazzolo con Salvatore Nocera, mentre alle ore 22,30 andrà in scena La fabbrica degli stronzi, spettacolo frutto dell’incontro sorprendente tra le compagnie Maniaci d’Amore e Kronoteatro, diverse ma accomunate da uno sguardo impietoso sul reale che ci porta in un mondo isterico, meschino, fatto esclusivamente di vittime. La serata si conclude alle ore 23,30 con il dj set di Damonji.

Numerosi gli appuntamenti di giovedì 4 agosto. Si inizia alle 17, presso la Mensa in Via degli Orti con Eracle, l’invisibile, spettacolo compreso nella personale del Teatro dei Borgia. Liberamenteù ispirato al mito greco di Eracle, il lavoro è interpretato da Christian Di Domenico. La serata si sposta di nuovo all’Ortofrutticola alle ore 19,15 con Ragazzo di vita, di Francesca Foscarini e Cosimo Lopalco. Alle ore 20,15, Something stupid, di Daniele Natali e Fausto Paravidino. Prosegue la personale dedicata a Giuseppe Cutino alle 22,30 con Totò e Vice’, operina musicata per ombre e voci, adattata da Cutino dal testo di Franco Scaldati. Conclude la serata alle ore 23,30 il Dj set di Fred Simon.
 
Inizia all’Azienda BioVio il programma di venerdì 5 agosto. Alle ore 17, una performance per un numero limitato di spettatori di Bartolini / Baronio: Attenti alla ragazza che corre. La serata si sposta all’Ortofrutticola dove, alle ore 19,15 andrà in scena la prima nazionale di Na creature – Long Play Track di Teatringestazione. Alle ore 20,15 il Teatro dei Borgia porta in scena Giacomo, la vicenda umana di Giacomo Matteotti, politico, giornalista e antifascista. L’ultimo spettacolo della sera alle 22,30 è Punk kill me please! di Francesca Foscarini e Cosimo Lopalco che nasce a partire dalla fascinazione per il fenomeno del punk-rock e della leggendaria e tragica relazione tra Sid Vicious e Nancy Spungen, coppia iconica della corrente britannica.

Sabato 6 agosto la giornata del festival prende il via all’Azienda BIo Vio, alle ore 17, con Jerome Bel Laura Pante, concept di Jérôme Bel, coreografo sostenuto dalla Direction régionale des affaires culturelles d’Ile-de-France, Ministero della Cultura–Francia, con estratti da coreografie di Cristina Rizzo, Xavier LeRoy e Scarlet Yu, Silvia Costa, interpretato da Laura Pante. Alle ore 19,30 Grandmother, di e con Francesca Foscarini, Premio Equilibrio per l’interprete 2013. Tornano, alle ore 20, Gli Omini con Trucioli. Sul palco due attori e una valanga di voci, storie, caratteri, in uno spazio che è una casa, una strada, un’intera città. Alle 22,30, la compagnia romana Bartolini/Baronio con Josephine partono dal racconto di Franz Kafka Josefine, la cantante ovvero il popolo dei topi in cui una topolina cantando scatena un’emozione tanto forte da fermare la corsa senza sosta dei topi.

A conclusione del Festival la serata del 7 agosto all’Azienda Bio Vio dalle ore 21,30 Aperitivo-quasi-cena e serata di danze dal titolo Liguria Transatlantica un progetto discografico ambizioso, che vuole valorizzare la memoria storica della tradizione ligure, facendo diventare la musica veicolo principale per comunicare e trasmettere i valori dell’identità culturale regionale, proiettata però in un panorama internazionale.

Eventi collaterali

Almeno nevicasse, a cura di Francesca Sarteanesi (1 – 4 agosto, Palazzo Oddo e L’Ortofrutticola) laboratorio gratuito alla ricerca della parola, della frase o della sensazione rimasta in sospeso, incontri dove i partecipanti lavoreranno con maglioni, ago e fili attraverso la rielaborazione di un momento della propria vita.

Pazzi in un modo preciso, laboratorio a pagamento (quota 70€) di scrittura autobiografica ed espressione di sé a cura di Luciana Maniaci e Francesco D’Amore (Manici D’Amore) il 4 e 5 agosto a Palazzo Oddo. Pazzi in un modo preciso è un’esperienza laboratoriale che fonde l’approccio d’aiuto allo storytelling. Scrivere di sé è sempre un modo per rintracciare un filo rosso nella propria esperienza di vita.

Corpi espansi, corpi in mutazione. Incontri con gli autori a cura di Graziano Graziani. Tre autori diversi per stile e immaginari indagano il tema del corpo nelle sue molte sfaccettature. Liv Ferracchiati (3 agosto ore 18,15 L’Ortofrutticola), Orso Tosco (4 agosto ore 18,30 L’Ortofrutticola), Alberto Ravasio (5 agosto ore 18,15 L’Ortofrutticola). In giro per Festival-guida nomade agli eventi culturali (6 agosto ore 18,30 L’Ortofrutticola). Una conversazione con gli autori del libro: Oliviero Ponte Di Pino e Giulia Alonzo.

 

Informazioni

Per info e prenotazioni: www.terrenicreativi.it
info@kronoteatro.it, +39 350 0580311